Durst ottimizza la gamma per la stampa su vetro

L’impiego di vetrate e componenti in vetro decorativo in ambito architettonico è in costante aumento e le previsioni di crescita…

L’impiego di vetrate e componenti in vetro decorativo in ambito architettonico è in costante aumento e le previsioni di crescita per questo settore nei prossimi anni preannunciano trend decisamente positivi.

La tecnologia sviluppata da Durst specificatamente per la stampa su questo materiale ha riscosso successi a livello mondiale: è, infatti, già utilizzata per la produzione in serie sia in diversi Paesi europei come Germania, Austria, Repubblica Ceca e Finlandia, sia in USA, Messico e Giappone.

In particolare, la soluzione Durst Rho Vetrocer, che sarà esposta a Glasstec 2016 (Düsseldorf, 20-23 settembre, Pad. 12 - stand A69), si compone di un sistema di stampa digitale basato su tecnologia inkjet abbinato a inchiostri inorganici a base di fritte. Le sue caratteristiche di estrema affidabilità e produttività garantiscono cicli di lavorazione 24/7.

La serie Rho Vetrocer è costituita da tre modelli caratterizzati da luce di stampa massima rispettivamente di 160, 250 e 330 cm. Uno dei plus tecnologici è il sistema brevettato per il trasporto del vetro, unico nel settore e in grado di garantire massima precisione ed elevata robustezza.

Dotato di carrello in acciaio per la movimentazione del materiale, può supportare lastre fino al massimo di 1 tonnellata. Per proteggere il lato inferiore delle lastre di vetro durante la lavorazione, il supporto poggia su ruote sferiche industriali in nylon che ne prevengono il danneggiamento. Il vetro viene trasportato all’interno della stampante attraverso ventose su slitta meccanica, movimentate da un sistema magnetico estremamente preciso che si muove su binari riducendo al minimo l’intervento manuale.

Durst Rho Vetrocer ha superato a pieni voti tutti i test qualitativi e di controllo dei processi: l’intera soluzione ha dimostrato elevate performance e una produzione efficiente e sostenibile a cui si aggiunge l’affidabilità del sistema, che riduce al minimo gli interventi di manutenzione

 

Pubblica i tuoi commenti