Il sarto dell’incisoria

Su misura –

Studia e crea soluzioni su misura. La filosofia di Fer.Tecnic è di offrire macchinari e complementi per l’incisoria costruiti in base alle esigenze dei clienti

Taglierine, cesoie, bisellatrici, riscaldatori, morse, piegatrici e molto altro ancora. Non ci sono dubbi: l'offerta di Fer.Tecnic è davvero ricca, non solo per quantità ma anche per qualità. La missione dell'azienda fino a oggi guidata da Giuliano Rubin, infatti, è di proporre macchinari costruiti intorno alle specifiche esigenze del cliente.
A ognuno la sua soluzione, insomma. Nell'era della flessibilità e della personalizzazione, a un fornitore di tecnologie non si può chiedere di più.

Signor Rubin, la sua è un'azienda storica nel settore. A quali ricordi degli inizi si
sente più legato e quali sono i momenti più importanti nella crescita della vostra
azienda?

“I momenti più importanti riguardanti la crescita della nostra azienda sono stati gli anni 1999/2000, anni in cui si partecipava con grande entusiasmo alla Fiera
Visual Comunication dove si notava un grande interesse da parte del pubblico alle nostre attrezzature, dandoci la forza di poter continuare a migliorare e aumentare la gamma delle nostre macchine”.

Qual è stata la sfida più importante che ha dovuto affrontare alla guida della sua
azienda?

“Una sfida molto importante è quella che stiamo sostenendo in questi ultimi anni di forte crisi, continuando a progettare e costruire nuovi prodotti mirati a risolvere i problemi dei nostri clienti”.

In tutti questi anni, nei confronti della clientela quali sono i valori che vi hanno
guidato fino a oggi?

“In tutti questi anni abbiamo cercato di migliorare prima di tutto le nostre macchine in modo da offrire ai nostri clienti un buon prodotto. Il nostro impegno è di garantire il massimo della disponibilità per risolvere velocemente tutti i problemi relativi alle macchine o alle lavorazioni, perché chi lavora ha l'esigenza di risolvere immediatamente un problema in cui si imbatte. Quindi, per noi i valori principali sono l'essere disponibili, sinceri e corretti sotto tutti gli aspetti verso il cliente”.

A quali prodotti siete storicamente più legati?

“I prodotti ai quali ci sentiamo storicamente più legati sono le taglierine. Le taglierine sono state le prime attezzature che abbiamo progettato e costruito, dedicando molta attenzione a tutti i particolari. Queste attrezzature sono state il nostro punto partenza e la chiave per poter entrare nel mercato”.

Quale invece in questa fase vi sta regalando maggiori soddisfazioni in termine di
vendite?

“In questo ultimo periodo il prodotto sempre più richiesto è il riscaldatore per piegare le materie plastiche, seguito per l'appunto dalle taglierine”.

Più in generale, su quali tecnologie state investendo per soddisfare al meglio la
clientela? Avete delle novità di prodotto in arrivo?

“Nell'anno 2010 è nostra intenzione investire non in attrezzature ma in nuovi
prodotti. A breve presenteremo infatti due nuove macchine”.

Pur essendo un'azienda di piccole dimensioni, avete clienti in tutta Italia. Come siete riusciti a “conquistare” la Penisola?

“In effetti la nostra è una piccola azienda, tuttavia nel tempo abbiamo messo a punto una strategia di comunicazione ben articolata. Pubblicizziamo parte dei prodotti su una rivista specializzata come Graph Creative, abbiamo un sito molto semplice da visionare e siamo presenti alla Fiera Visual Comunication. A nostro avviso l'insieme di queste attività e iniziative ha creato un ottimo veicolo pubblicitario. Non dimentichiamo poi l'importante ruolo che ha il passa parola dei nostri clienti”.

Ci sono differenze tra i clienti del Nord e del Centro-Sud? Come vi ponete rispetto alle diverse esigenze?

“La nostra clientela per l'80% è del Centro e Sud e per noi non ci sono particolari
differenze. Devo dire che molto spesso i nostri clienti non solo ci richiedono le
macchine ma ci chiedono anche come fare per risolvere qualche loro problema di lavorazione. Così si può consigliare il tipo di attrezzatura che va meglio, magari
facendo anche delle piccole modifiche per adattarla a qualche specifica lavorazione”.

Da gennaio i prodotti sono commercializzati da PF. Cosa cambierà per i clienti?

“Per i nostri clienti non cambierà nulla. Come titolare ho raggiunto l'età della pensione e uno dei soci, Fortina Paola Francesca, ha rilevato la maggioranza dell'azienda”.

Quali sono i vostri obiettivi per l'anno in corso?
“Considerata la crisi del mercato i nostri obiettivi sono di rimanere comunque con gli stessi livelli di produzione raggiunti negli ultimi anni”.

Pubblica i tuoi commenti