L’innovazione di Durst in un nuovo progetto architettonico

Durst dà il via all’ambizioso progetto di ampliamento del proprio headquarter, che conferirà un nuovo volto alla zona industriale di…

Durst dà il via all’ambizioso progetto di ampliamento del proprio headquarter, che conferirà un nuovo volto alla zona industriale di Bressanone. La cerimonia di posa della prima pietra del 26 maggio scorso ha dato ufficialmente il via ai lavori di costruzione del nuovo edificio che ospiterà l’esclusivo Innoviation Centre, un moderno showroom e sarà sede della direzione centrale del Gruppo. Una struttura all’avanguardia, destinata a essere emblema dell’internazionalità di Durst.

Il progetto della nuova area, realizzato dagli architetti Patrik Pedò e Juri Pobitzer dello studio Monovolume, è stato ideato per integrarsi sia a livello architettonico sia funzionale con quella già esistente firmata dall’architetto Othmar Barth nel 1963. Pedò e Pobitzer si sono ispirati alla concezione originaria di Barth per dare vita a un’«ala» piatta che si libra leggiadra con una torre di sei piani che raggiungerà i 35 metri di altezza. A connotare in maniera esclusiva la facciata del nuovo edificio, che sarà collegato direttamente alla sede storica, un design a pixel dalla forma organica, realizzato con elementi prefabbricati in calcestruzzo leggero. Questa speciale costruzione con motivo traforato, che richiama immediatamente il tema della fotografia e della stampa digitale, conferirà all’intero edificio una forte impronta identitaria. La perfetta integrazione tra la nuova struttura e quella già esistente permetterà lo svolgimento dei lavori di costruzione senza interrompere la consueta attività aziendale.

La nuova sede coprirà una superficie di 21.388 m2 a cui si aggiungeranno 2.800 m2 di spazio verde. È previsto l’impiego di 5.000 m3 di calcestruzzo, 430.000 kg di acciaio e 2.600 m2 di vetrate.

«Durst è leader mondiale nella produzione di sistemi di stampa inkjet per applicazioni industriali e la sua forza innovativa è riconosciuta in diversi settori e in tutti i continenti», afferma Christoph Gamper, CEO del Gruppo Durst. «Fedele alla sua tradizione di azienda familiare, nella quale ognuno ha lasciato la propria impronta, è attualmente gestita dalla terza generazione. Una peculiarità che ha stimolato un costante processo di crescita. Nei prossimi decenni assisteremo all’evoluzione del Gruppo da specialista della stampa digitale su vari supporti a fornitore di soluzioni complete che vanno dall’acquisizione di immagini e dati fino alla stampa e alla decorazione di superfici, comprendendo la messa a punto di software proprietari per il workflow, lo sviluppo di inchiostri e la costante implementazione di servizi pre e post vendita. Una crescita a 360° che richiederà superfici sempre più ampie per dare spazio alla creatività e incontrare i nostri clienti, come potremo presto fare all’interno del nuovo building».

Pubblica i tuoi commenti