Rhotex 500 di Durst arriva in Italia

Durst annuncia la prima installazione italiana di Rhotex 500, la stampante industriale a sublimazione da 5 metri per il soft signage….

Durst annuncia la prima installazione italiana di Rhotex 500, la stampante industriale a sublimazione da 5 metri per il soft signage. Ad aggiudicarsi questo primato la trevigiana ABS Group, che da oltre 25 anni ha fatto del tessuto e dell’innovazione il filo conduttore della propria attività.

Tra i primi in Italia a credere nelle potenzialità della stampa digitale sublimatica per il soft signage, ABS Group ha reinventato in questi anni l’uso del tessuto in ambito allestitivo, combinando questo supporto, versatile e flessibile, con profili in allumino per la realizzazione di strutture portanti retroilluminate e decorative. Oggi ABS Group realizza progetti di architettura tessile in tutto il mondo e in numerosi ambiti, dal fashion al retail, dagli eventi ai musei, dando vita a prodotti inediti a marchio proprio. Una crescita accompagnata di pari passo dall’implementazione delle migliori tecnologie di stampa e da un’intensa attività di R&D che recentemente ha portato alla scelta di ampliare il parco macchine con Durst Rhotex 500. L’installazione presso lo stabilimento produttivo di Vittorio Veneto è previsto entro fine estate 2017 .

“Abbiamo scelto di investire in una soluzione unica come Rhotex 500 perché offre il massimo da tutti i punti di vista: produzioni extra large senza necessità di cuciture, velocità, affidabilità e qualità di stampa – spiega Giorgio Grando, responsabile ricerca e sviluppo di ABS Group. – Plus che ci consentiranno di sviluppare progetti di maggiore portata e soprattutto offrire ai nostri clienti, siano essi utenti finali o rivenditori, un servizio più ampio e tecnologicamente avanzato”.

“Rhotex 500, grazie alle sue prestazioni esclusive, è entrata a pieno titolo nella wishlist di numerosi clienti italiani.” – commenta Alberto Bassanello, direttore vendite Italia di Durst. – “Grazie all’installazione presso ABS Group, che opera anche come partner in conto terzi, finalmente questa tecnologia sarà accessibile agli operatori che potranno beneficiare dell’efficienza produttiva del sistema”.

Pubblica i tuoi commenti