Ricoh: il mese di giugno per l’ambiente

Per il dodicesimo anno consecutivo giugno è per Ricoh il “Ricoh Global Eco Action Month”. Un mese dedicato all’ambiente che…

Per il dodicesimo anno consecutivo giugno è per Ricoh il “Ricoh Global Eco Action Month”. Un mese dedicato all’ambiente che prevede il coinvolgimento dei dipendenti di tutto il mondo con l’obiettivo di aumentare la sensibilità nei confronti della tematica della eco-sostenibilità. Con il Ricoh Global Eco Action Month (GEAM) l’azienda vuole diffondere il più possibile l’attenzione all’ambiente mediante una serie di attività che si protraggono per tutto il mese e che coinvolgono i dipendenti Ricoh dell’area EMEA incoraggiando l’adozione di comportamenti sostenibili.

Introdotto nel 2006, il GEAM prevede particolari iniziative per il 5 giugno (World Environment Day delle Nazioni Unite). Durante il Common Action Day, Ricoh terrà spente le insegne con il logo di tutte le filiali del Gruppo e i dipendenti sono invitati ad indossare abiti di colore verde per promuovere la sostenibilità in ufficio.

Quest’anno Ricoh ha annunciato nuovi obiettivi di sostenibilità in linea con i Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite e l’accordo di Parigi. Inoltre, Ricoh è la prima azienda giapponese ad entrare a far parte del programma RE100 che incoraggia ad utilizzare esclusivamente energia rinnovabile. Aderendo al programma, Ricoh si impegna a soddisfare il 30% del proprio fabbisogno energetico attraverso fonti di energia rinnovabile entro il 2030, arrivando al 100% entro il 2050. Oltre a rendere green il proprio business, Ricoh aiuta i clienti a gestire le proprie attività in maniera efficace e sostenibile.  Il GEAM rafforza l’impegno di Ricoh coinvolgendo gli oltre 100.000 dipendenti di tutto il mondo e invitandoli a rendere partecipi anche famiglie, amici, fornitori e clienti. Le attività pianificate in tutta Europa per il mese di giugno sono in particolar modo rivolte alla riduzione dei consumi energetici, alla conservazione delle risorse naturali e al supporto della biodiversità.

Pubblica i tuoi commenti