Tutti in macchina

Hardware –

Cielle ha rinnovato il proprio parco macchine per ottenere prestazioni ancora più veloci, potenti e di precisione, grazie anche a dei nuovi accessori. La parola a Luigino De Lazzari, Chief Executive Officier dell’azienda

Il mercato chiede, Cielle provvede. Per gli incisori è sempre più urgente ottimizzare i tempi di lavoro e automatizzare la produzione. Passa di qui infatti la possibilità di far compiere un salto di qualità alla propria organizzazione.
Per riuscirci è necessario disporre delle tecnologie giuste. E qui interviene Cielle che, grazie al proprio staff tecnico e ingegneristico, ha rinnovato il cuore della propria offerta, aggiornandola alle nuove esigenze degli operatori.
I nomi di Kappa e Sigma vi dicono qualcosa? Scommettiamo di sì. Ebbene, la novità è che Kappa e Sigma, ma non solo loro, hanno altre cose nuove da raccontare. Le applicazioni realizzabili sono davvero numerosissime. Qualsiasi nicchia di mercato potrebbe essere conquistata. Per questo diventa fondamentale conoscere le macchine e approfondire le loro potenzialità e cosa consentano di realizzare. Da questo punto di vista, di sicuro non ci può essere migliore interlocutore di Luigino De Lazzari, Chief Executive Officier di Cielle.

Signor De Lazzari, le macchine Kappa e Sigma sono state appena rinnovate. Quali sono i punti di forza ora? Partiamo da Kappa…

“La Kappa è il pantografo robusto e polifunzionale dedicato agli insegnisti, agli operatori della stampa digitale, della cartotecnica, della comunicazione visiva e allestimenti. Si distingue nel settore per il suo carattere altamente performante e, grazie alla sua struttura robusta, permette una grande stabilità durante tutte le lavorazioni. La testa polifunzionale della Kappa, dotata di un mandrino vettoriale oscillante, è infatti in grado di fresare, cordonare e tagliare con lama vibrante e non vibrante. Si possono eseguire operazioni di fresatura su materiali plastici e metallici, e taglio su vinile, forex e tutti i materiali solitamente utilizzati nel settore del sign”.

Kappa si avvale della moderna tecnologia FPC - Flying Precision Cutting. Di cosa si tratta?

“È uno strumento interamente studiato e realizzato dall'azienda, composto da una telecamera digitale di alta precisione e da un software Cielle in grado di individuare i riferimenti di taglio sulle tavole, permettendo così la creazione di display, espositori, ritaglio di sagome, totem e molto altro stampati in digitale flatbed.
Kappa è inoltre fornita di un tastatore elettronico, che permette di lavorare su superfici non piane ampie fino a 2 x 3 m, di un dispositivo automatico per la scrittura Braille, adatto per creare targhe ideali per utenti ipo-vedenti, di cambio utensile automatico a 9 posizioni, e di un piano aspirante in cui l'aspirazione è gestita tramite un software ed avviene solo sulla parte di piano in cui si lavora”.

Quali sono invece le caratteristiche principali di Sigma, l'altra gamma rinnovata?

“La Sigma 200X300 (Laser CO2) è una macchina laser dalle alte prestazioni in grado di tagliare materiali di rilevante spessore. Sono installabili vari tipi di sorgente (200, 300, 600 Watt) ed è presente un sistema di lenti focali intercambiabili. Lo Z dinamico regola automaticamente il fuoco in funzione del tipo di lavorazione e il Sensore Capacitivo può adattare il taglio alla superficie del materiale ovviando alle differenze di planarità della lastra. Sigma è disponibile in diversi formati, per aree di lavoro fino a 2 x 4m ed è la macchina ideale per taglio di materiali acrilici per l'insegnistica, per la creazione di display, la personalizzazioni laser su grande formato, l'arredamento, la pelletteria e la cartotecnica”.

L'aria di rinnovamento ha soffiato anche sulla famiglia delle Alfa. Cosa c'è di nuovo qui?

“La Alfa 35x27 - progettata in un nuovo formato per poter sfruttare maggiori opportunità di lavoro, aprendo la via a nuovi settori di applicazione, e la Alfa 61x125, rappresentano la rinnovata famiglia delle Alfa. Questo strumento, concepito in formato maggiore, permette di realizzare lavori più particolari rispetto alle versioni precedenti: è infatti dotato di un ampio piano di lavoro orizzontale (sporgente oltre la parte frontale della macchina) che all'occorrenza può scorrere all'indietro sul piantone centrale della macchina, consentendo l'applicazione di un piano verticale con cave a “T” sulla parte anteriore dell'apparecchiatura per la lavorazione di scatole od oggetti molto alti. Progettata per occupare uno spazio di lavoro compatto, l'unità di controllo è stata integrata in uno scomparto nella parte posteriore della macchina, riducendo al minimo l'ingombro dello strumento.
Entrambe questi centri di lavoro sono estremamente versatili per differenti lavorazioni grazie ai vari accessori installabili, quali il kit per la realizzazione automatica di targhe in alfabeto Braille, un piano aspirante, un sistema di raffreddamento vaporizzato, un presetting utensile, un 4° asse divisore, una testina ad impatti per fotoincisione ed un tastatore laser”.

L'entry level di Cielle è la Eta 12x8. Per quali lavorazioni è particolarmente indicata?

“La Eta 12x8 è una macchina ultraversatile, pluriaccessoriata e di semplice utilizzo in cinque configurazioni differenti e con la struttura realizzata in fusione di alluminio, e monta guide lineari in acciaio temperato con manicotti a ricircolo di sfere, viti teflonate con chiocciola a recupero di gioco automatico, una scheda di controllo per 4 assi passo-passo microstepping (la macchina ha 3 assi più un eventuale 4° asse divisore). Di serie vengono forniti la morsa autocentrante a doppie ganasce in fibroide e un comodo tastierino palmare, mentre il mandrino ha un motore brushless sensorless 80W-18.000 giri. Il software dedicato Win Job rende Eta una macchina a controllo numerico perfetta per l'incisione di targhe, lavori di oreficeria, premiazioni sportive, identificazione, lastre funerarie, penne, portachiavi e per la lavorazione di plexiglass, alluminio, ottone, nonché per l'incisione di oggetti con superfici arrotondate”.

A questo punto completiamo la panoramica di macchine con la Epsilon e la serie Beta 65X45, pensate per essere competitivi nei settori più tradizionali...
 “Epsilon è una macchina caratterizzata da una struttura robusta, con un mandrino potente da 7 kw a 24.000 giri/min con possibilità di cambio punta a richiesta, piano aspirante e movimento longitudinale a ponte Gantry che, assistito da un nuovo sistema di controllo real time, permette una veloce e precisa esecuzione dei lavori. Epsilon è munita di software personalizzato ed è capace di eseguire processi su aree ampie fino a 2x4m. Questo strumento è stato ideato per lavorazioni specifiche nei settori dell'insegnistica, dell'incisoria tradizionale e del taglio su materiali plastici.
La serie Beta 65x45 è composta da minicentri dalle elevatissime prestazioni caratterizzati dalla robustezza che consente loro di affrontare lavorazioni di svuotamento anche gravose e le rende indicate per lavori del settore meccanico e per la realizzazione di stampi e punzoni. Le Beta sono dotate di serie di un magazzino porta utensili a 8 posizioni, raffreddamento utensile a getto continuo e presetting utensile. Sono inoltre installabili diversi accessori per ampliare le possibilità di lavorazioni particolari come mandrini più potenti, 4° asse divisore, piano aspirante a vuoto, vaporizzatore, cappa aspirante ad apertura automatica, tastatori meccanici e laser, 4° e 5° asse rotobasculante, piano in ghisa, presetting elettronico. Queste macchine sono ideali per incisoria professionale, meccanica, minuterie metalliche (bigiotteria), calzature, stampi per settore alimentare, fustelle, funerario, cliche' per stampa a caldo, hot stamping”.

Per concludere, in offerta avete anche delle macchine nate dalla collaborazione con altri player come ULS, Universal Laser System. Qui il laser è protagonista…

“Dalla collaborazione con ULS sono nate macchine per l'incisione a laser con tecnologia CO2. Le VLS, PLS e ILS sono macchine di qualità, di facile utilizzo e senza richiedere costi eccessivi di manutenzione e assistenza. I componenti di queste tecnologie sono facilmente sostituibili e la potenza della macchina può essere facilmente adattata alle proprie esigenze. Una macchina laser può trovare applicazione in molti settori, rendendo così possibile la lavorazione di un'ampia varietà di materiali per lavori di carattere promozionale, targhe e timbri, incisoria tradizionale, personalizzazioni, oggettistica in legno, pelletteria, cartotecnica, premiazioni sportive”.

Pubblica i tuoi commenti