Daniele Faoro nuovo amministratore delegato Guandong

Un incontro con la stampa ricco di novità e di ospiti d’eccezione per Guandong. Oltre ai giornalisti specializzati, in platea…

Un incontro con la stampa ricco di novità e di ospiti d’eccezione per Guandong. Oltre ai giornalisti specializzati, in platea una rappresentanza di Reed Exhibitions, Alberto Masserdotti in veste di presidente Fespa Italia e Mauro Oliva, CEO di Alpac, in qualità di Guandong Ambassy. Presente all’appello tutto il CdA di Guandong, intervenuto per ufficializzare il conferimento dell’incarico di Amministratore Delegato a Daniele Faoro, già socio e membro del board.

Ed è stato proprio Faoro, dopo la consegna virtuale del testimone, a ripercorrere gli step della ‘bella storia’ che in 15 anni ha portato Guandong a essere oggi un brand riconosciuto in tutta Europa. «Siamo un’azienda italiana, orgogliosa di esserlo, che ha avuto il coraggio di uscire dai confini nazionali, costruendo nel tempo una reputation basata su knowledge consolidato, affidabilità, solidità finanziaria, voglia di innovare e sperimentare». E sono i fatti a dimostrare la crescita aziendale: 75.000 articoli movimentati ogni anno, 92% degli ordini evasi in 36 ore, 82% di richieste soddisfatte in 1 ora, 0,2% di reclami ricevuti nel 2019; il tutto in 36 Paesi presidiati dal network distributivo costruito da Guandong.

«Il rapporto con le persone è il fulcro centrale di ogni storia di successo1», ha spiegato Faoro, «partendo dall’organigramma, passando per i partner produttivi e commerciali, fino a raggiungere clienti e utilizzatori». Il nuovo AD ha quindi presentato l’attuale struttura aziendale, messa a punto per accogliere la crescita in ottica manageriale, annunciando al contempo un nuovo impegno in ambito di welfare e formazione finalizzato a un sempre maggiore coinvolgimento del team nello sviluppo di nuove idee. E se secondo Faoro oggi il primo prodotto da vendere è l’immagine aziendale, ecco che a testimoniare l’innovazione e la forza dei prodotti Guandong è Mauro Oliva di Alpac, nominato primo Ambassy Guandong. Alpac si definisce specialista del “Retail Total Look”, declinato in window display, comunicazione in-store, installazioni, out of home ed eventi. Per prestigiose commesse di rinomati brand del luxury e del fashion, Alpac ha utilizzato supporti Guandong come Wally, Magnet & Ferro e Textile che hanno permesso di realizzare progetti con una forte componente di innovazione.

Oltre alla nuova community di Ambassy, Guandong ha dato il via alla costruzione del Fashion Design Network selezionando experience centre e spazi di incontro per operatori della comunicazione e del design dove presenziare con allestimenti applicativi e interventi del management e dei tecnici aziendali in occasione di eventi e convegni rivolti a target professionali. «Operiamo in un mercato contraddistinto da una filiera molto lunga: distributori, stampatori, agenzie, architetti. Tutte figure con cui vogliamo relazionarci sempre più assiduamente per raggiungere l’utente finale», ha commentato Faoro. Il Fashion Design Network rientra a pieno titolo nel marketing mix aziendale, perché offre l’opportunità di raccontare i prodotti ma soprattutto di coltivare rapporti tra persone. Rapporti in cui l’azienda ha sempre investito, come è emerso chiaramente dal calore e dall’affetto che si è respirato al DecorLab durante il saluto a Edoardo Elmi. Ma è solo un arrivederci.

Pubblica i tuoi commenti